Risultati per il termine:

Le espressioni offensive devono essere cancellate dagli atti difensivi in quanto contrarie al dovere di lealtà e probità

  Recente pronuncia della Cassazione (Cassazione civile sez. III del 27 giugno 2011 n. 14112) in materia di “comportamento dei difensori”. In particolare, si affronta il caso in cui sono stati usati negli scritti difensivi delle espressioni offensive o sconvenienti. … Continua a leggere

Sezione: Civile

Le tabelle di Milano sono parametro determinante per la liquidazione del danno

Cassazione civile sez. III del 30 giugno 2011 n. 14402 Le tabelle formulate dal Tribunale di Milano in materia di liquidazione del danno non patrimoniale derivante da lesione all’integrità psicofisica devono considerarsi un criterio di riferimento ai fini della liquidazione … Continua a leggere

Sezione: Civile

Legittimo controllare il proprio dipendente tramite un’agenzia investigativa

  La sentenza tratta di un caso di “controllo” del dipendente da parte del datore di lavoro. La Corte afferma che il controllo del dipendente tramite un’agenzia investigativa è lecito, qualora, come nel caso di specie, il controllo non investa l’inadempimento … Continua a leggere

Sezione: Civile

Nel procedimento di ingiunzione per gli onorari si applica la disciplina del “consumatore”

  Cassazione civile sez. III del 09 giugno 2011 n. 12685 Interessante pronuncia della Cassazione per diversi aspetti discutibile. Nella sentenza la Corte ha ritenuto di applicare la disciplina di tutela del consumatore. Pertanto, nella controversia promossa da un legale avverso … Continua a leggere

Sezione: Civile

Illegittimità costituzionale dell’art. 62 bis comma secondo c.p.

  Corte costituzionale del 10 giugno 2011 n. 183 La Corte Costituzionale interviene sull’art. 62-bis, secondo comma, del c.p., come modificato dall’intervento del legislatore ex L. 251/2005. L’articolo prevede che: Circostanze attenuanti generiche. [I]. Il giudice, indipendentemente dalle circostanze previste … Continua a leggere

Sezione: Penale

Nuovi criteri per calcolare l’indennità di espropriazione delle aree agricole

  Corte costituzionale del 10 giugno 2011 n. 181 La Corte Costituzionale dichiara llillegittimità costituzionale dell’art. 5-bis, comma 4, del decreto-legge 11 luglio 1992, n. 333, perché in contrasto con l’art. 117, primo comma, Cost., in relazione all’art. 1 del … Continua a leggere

Sezione: Civile

L’assenza del difensore ad una sola udienza è legittima e non lede il diritto di difesa

Non si configura illecito deontologico nel caso  di assenza del difensore di fiducia ad una sola udienza, in quanto quest’ultima non può interpretarsi come indice di un comportamento di “abbandono” della difesa. Invero tale condotta può essere ricondotta ad una … Continua a leggere

Sezione: Civile

Prevalenza delle Tabelle di Milano nella liquidazione del danno

  Particolarmente importante la presente pronuncia della Suprema Corte. Il Giudice spazia esaminando e trattando in modo approfondito diverse tematiche, in specie: il concetto di equità del danno e la prevalenza delle Tabelle elaborate dal Tribunale di Milano. Si specifica … Continua a leggere

Sezione: Civile

Il mediatore non iscritto all’albo non ha diritto ad alcuna provvigione

  Con una sentenza particolarmente interessante, La Corte ribadisce: “Il mediatore non iscritto nei ruoli degli agenti di affari in mediazione, che, ai sensi della L. 3 febbraio 1989, n. 39, art. 6, non ha diritto alla provvigione, non può … Continua a leggere

Sezione: Civile

Protezione internazionale non concedibile se le persecuzioni provengono da paese terzo

  Seguendo un linea di principio condivisibile, la Suprema Corte afferma che la protezione internazionale è finalizzata ad evitare le persecuzioni provenienti dal paese di origine del richiedente. Diversa è l’ipotesi in cui le persecuzioni medesime provengano da un Paese terzo (rispetto … Continua a leggere

Sezione: Civile