Civile

Violazione obbligo di fedeltà del lavoratore: deve essere dimostrata la trattazione di affari per conto proprio o di terzi.

  Il caso de quo tratta di un addetto alla sala bingo sorpreso a lavorare per un’impresa concorrente con sede in un’altra provincia. La Corte afferma che il licenziamento è illegittimo non ravvisando nella fattispecie una violazione dell’obbligo di fedeltà. Perchè … Continua a leggere

La perdita del proprio tempo libero non è risarcibile.

  Secondo la Suprema Corte non si ha diritto al risarcimento del danno non patrimoniale conseguente alla perdita del proprio tempo libero. Nel caso di specie   la persona aveva “perso” quattro ore per farsi riattivare la linea adsl a causa delle … Continua a leggere

L’indennità prevista dal “Collegato Lavoro” non comprende il giudicato interno

  In tema di rapporto di lavoro a termine, l’applicazione retroattiva dell’art. 32, comma 5, l. 4 novembre 2010 n. 183 (ossia il “Collegato Lavoro) per il quale, nel caso di conversione del contratto a tempo determinato, il giudice condanna … Continua a leggere

Sinistro stradale: risarcimento danni costituzionalmente orientato

  La sentenza in esame valorizza una lettura del risarcimento danni costituzionalmente orientata, garantendo un “ampio” margine di discrezionalità nel potere valutativo del giudice. In tema di liquidazione dei danni derivanti da sinistri stradali, le tabelle delle cd. micropermanenti non … Continua a leggere

Licenziamento disciplinare: il lavoratore può uscire qualche minuto prima

  Interessante questa recente pronuncia degli ermellini. In effetti, la sentenza non appare del tutto condivisibile, sopratutto in alcuni passaggi, legittimando un ampio margine discrezionale al giudice. La corte afferma che è illegittimo il licenziamento dell’impiegato che lascia il proprio posto … Continua a leggere

Licenziamento: cosa deve provare il datore e cosa il lavoratore

  Chiarissima la pronuncia della Corte di Cassazione sulla ripartizione dell’onere probatorio. Il datore di lavoro, su cui a norma dell’art. 5 l. n. 604 del 1966 grava l’onere della prova della giusta causa o del giustificato motivo di licenziamento, … Continua a leggere

Legittimazione del Marchio di fatto: il titolare ha diritto a continuare ad utilizzare il marchio

  La sentenza legittima una sorta di “duopolio” atto a consentire nell’ambito locale, la “coesistenza” del marchio preusato e di quello successivamente registrato. In ipotesi di preuso di un marchio di fatto, il titolare del segno ha il diritto di … Continua a leggere

In tema di frequenze radiotelevisive il preuso non è sufficiente

  In materia di concorrenza fra imprese operanti nel settore delle emittenti radiotelevisive, per escludere che le interferenze lamentate da una delle imprese concorrenti integrino l’ipotesi della concorrenza sleale per contrarietà alla correttezza professionale, non è sufficiente fare ricorso al … Continua a leggere

Usura e anatocismo: l’onere della prova spetta all’attore

  Sentenza che rileva l’importanza di procedere con cognizione adeguata quando si decide di affrontere una controversia giudiziale. E’ necessario svolgere una valutazione propedeutica e preliminare al giudizio ove valutare la documentazione in possesso e la completezza del piano istruttorio. … Continua a leggere

Anche nell’appalto devono applicarsi le regole sull’anatocismo

  La Cassazione sottolinea che gli interessi spettanti all’appaltatore, a norma degli art. 35 e 36 del capitolato generale d’appalto per le opere pubbliche (approvato con il d.P.R. 16 luglio 1962 n. 1063)  possono produrre interessi solo dal giorno della … Continua a leggere

    Tramite il modulo sottostante è possibile contattare lo studio legale di riferimento al fine di avere un consulto sulla propria problematica.
    La compilazione e l'invio dello stesso non comporta alcun impegno o onere da parte del richiedente.
    Laddove vi siano i presupposti, l'utente potrà decidere liberamente se affidare o meno la propria posizione allo studio legale di competenza.
    Cordialità.
    Nome :
    Cognome :
    Città :
    Provincia :
    Telefono :
    E-mail :* il riscontro verrà fornito tramite mail

    Oggetto :

    Vi contatto per esporre quanto segue:

    * tutti i campi sono obbligatori

    Accetto le condizioni per l'utilizzo del servizio ed esprimo il mio consenso al trattamento dei miei dati personali in conformità alle finalità di cui all' Informativa sulla Privacy.

    feedback
    I Feedback dei nostri clienti