Archivi tag: lavoro

Estinzione del rapporto di lavoro per dimissioni senza giusta causa

  La sentenza, Cassazione civile  sez. lav. del 23 aprile 2012 n. 6342, prende in esame la controversia tra un lavoratore a tempo determinato ed un’azienda. Nel caso di specie, il lavoratore aveva rassegnato le proprie dimissioni in assenza di giusta … Continua a leggere

La lavoratrice madre può essere licenziata solo in caso di colpa grave

  L’ipotesi di licenziamento della lavoratrice madre è prevista solo quando ricorre una colpa grave della medesima. Il Giudice precisa che, in tal caso, la colpa grave non corrisponde alla giusta causa o giustificato motivo soggettivo, ma deve ricadere in … Continua a leggere

Licenziamento a causa di diffamazione

In materia di sanzioni disciplinari, l’esercizio da parte del lavoratore del diritto di critica delle decisioni aziendali incontra i limiti della correttezza formale che sono imposti dall’esigenza di tutela della persona umana, per cui ove tali limiti siano superati con … Continua a leggere

Legittimo controllare il proprio dipendente tramite un’agenzia investigativa

  La sentenza tratta di un caso di “controllo” del dipendente da parte del datore di lavoro. La Corte afferma che il controllo del dipendente tramite un’agenzia investigativa è lecito, qualora, come nel caso di specie, il controllo non investa l’inadempimento … Continua a leggere

Il mediatore non iscritto all’albo non ha diritto ad alcuna provvigione

Tag: , ,

  Con una sentenza particolarmente interessante, La Corte ribadisce: “Il mediatore non iscritto nei ruoli degli agenti di affari in mediazione, che, ai sensi della L. 3 febbraio 1989, n. 39, art. 6, non ha diritto alla provvigione, non può … Continua a leggere

Violazione obbligo di fedeltĂ  del lavoratore: deve essere dimostrata la trattazione di affari per conto proprio o di terzi.

  Il caso de quo tratta di un addetto alla sala bingo sorpreso a lavorare per un’impresa concorrente con sede in un’altra provincia. La Corte afferma che il licenziamento è illegittimo non ravvisando nella fattispecie una violazione dell’obbligo di fedeltĂ . Perchè … Continua a leggere

L’indennità prevista dal “Collegato Lavoro” non comprende il giudicato interno

  In tema di rapporto di lavoro a termine, l’applicazione retroattiva dell’art. 32, comma 5, l. 4 novembre 2010 n. 183 (ossia il “Collegato Lavoro) per il quale, nel caso di conversione del contratto a tempo determinato, il giudice condanna … Continua a leggere

Licenziamento disciplinare: il lavoratore può uscire qualche minuto prima

  Interessante questa recente pronuncia degli ermellini. In effetti, la sentenza non appare del tutto condivisibile, sopratutto in alcuni passaggi, legittimando un ampio margine discrezionale al giudice. La corte afferma che è illegittimo il licenziamento dell’impiegato che lascia il proprio posto … Continua a leggere

Licenziamento: cosa deve provare il datore e cosa il lavoratore

  Chiarissima la pronuncia della Corte di Cassazione sulla ripartizione dell’onere probatorio. Il datore di lavoro, su cui a norma dell’art. 5 l. n. 604 del 1966 grava l’onere della prova della giusta causa o del giustificato motivo di licenziamento, … Continua a leggere

Vi svelo alcuni “segreti” del reato di omesso versamento delle ritenute INPS

Commento all’art. 2, commi 1 e 1 bis, D.L. 463/1983 Reato sempre piĂą frequente è quello relativo all’omesso versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali da parte del datore di lavoro. Diversi sono gli utenti che ci hanno contattato avendo ricevuto … Continua a leggere

Pagina 2 di 3123