Licenziamento per giusta causa e rapporto fiduciario

la Massima

Per stabilire l’esistenza di una giusta causa di licenziamento, il Giudice deve valutare la grave negazione degli elementi essenziali del rapporto di lavoro.

In particolare, un elemento importante è il rapporto fiduciario. La mancanza di tale rapporto deve essere provata dal datore di lavoro.

Conseguentemente, il Giudice dovr√† valutare la gravit√† dei fatti ascritti al lavoratore, in relazione alla portata oggettiva e soggettiva dei medesimi, nonch√®, alle circostanze nelle quali sono stati posti in essere ed all’intensit√† dell’elemento intenzionale.

Altresì, occorre valutare la proporzionalità fra tali atti e la sanzione inflitta, stabilendo se il licenziamneto sia compatibile e giustificabile in relazione alla condotta.

link della sentenza:

Cass. civ. Sez. lavoro, 18/11/2013, n. 25824

Notizie correlate
Sanzione disciplinare per deposito sentenza oltre 1 anno
Cassazione, sentenza del 7/1/2014 n. 69